Vaccino covid e scuola: come si stanno muovendo le Regioni

| |

La campagna vaccinale prosegue a ritmi serrati, ma a proposito di vaccino covid e restrizioni è proprio il ritorno a scuola a fare preoccupare. Scopriamo le ultime novità a proposito del vaccino covid e del prossimo ritorno a scuola per gli alunni italiani che vorrebbero escludere totalmente l’ipotesi Dad

C’è chi chiede l’obbligo di vaccinazione per i docenti, e chi invece sembra voler evitare una misura tanto rigorosa. Tuttavia, l’intenzione di puntare sul vaccino covid per far ripartire la scuola senza Dad c’è. Nel frattempo le regioni continuano a vaccinare i ragazzi over 12. Scopriamo a che punto è la campagna vaccinale.

Nonostante il mese di settembre sembri ancora molto lontano, il Ministero dell’Istruzione e le autorità mediche stanno già iniziando a preparare il terreno per il ritorno a scuola dei ragazzi. Tra i molti dubbi sulle modalità del rientro in classe, in questi ultimi giorni è emersa con forza una questione molto spinosa ma fondamentale per la ripartenza degli istituti: l’ipotesi di introdurre l’obbligo del vaccino covid per i docenti. Ma il Ministero non sembra convinto.

Vaccino covid: obbligatorio per i prof?

Una nota del Comitato tecnico-scientifico (in risposta a un quesito del MI) ha lasciato intuire come, allo stato attuale, anche l’anno scolastico 2021/2022 partirà perlomeno con mascherine e distanziamento. Questo vuol dire, soprattutto per molti ragazzi delle superiori, un possibile ritorno alla Dad.

Una delle ragioni di questa presa di posizione affonda le radici nei numeri ancora bassi di vaccinati tra studenti – specie nella fascia d’età dai 12 ai 19 anni, ovvero quelli maggiormente colpiti in passato dalle chiusure, che spesso hanno coinvolto anche seconda e terza media- e nella mancata copertura generale del personale scolastico, nonché nell’assenza di un obbligo vaccinale.

Vaccino covid: a che punto siamo con la fascia 12-19

Intanto, già da tempo, moltissime regioni hanno effettivamente avviato la vaccinazione per i ragazzi dai 12 anni in su, e molte altre si stanno organizzando in queste settimane, mentre per i territori che ancora arrancano sono almeno stati vaccinati i ragazzi rientranti nelle categorie fragili. Ovviamente la somministrazione, per gli studenti, è ancora nelle fasi iniziali. Con numeri piuttosto bassi, come certificano i dati ufficiali riportati dal sito del Governo.

Su una platea di 4.627.614 persone, solo il 4,7% ha completato il ciclo di immunizzazione, mentre il 22,4% ha finora ricevuto la prima dose. Con Regioni che sono più avanti nel percorso, come Lazio e Campania – qui oltre l’8% è immunizzato – e altre, come Molise, Piemonte, Toscana, Veneto, Provincia autonoma di Trento, che non arrivano nemmeno al 2%. Almeno stando ai dati visualizzabili sul sito governativo all’8 luglio.

Fonte Immagine:https://www.pexels.com/it-it/foto/persone-professionale-clinica-medico-3985170/

Continua a leggere su atuttonotizie.it

Vuoi essere sempre aggiornato e ricevere le principali notizie del giorno? Iscriviti alla nostra Newsletter

Previous

Giochi Olimpici, niente pubblico a Tokyo causa Covid

Euro2020: le probabili formazioni di Italia-Inghilterra

Next

Lascia un commento