Freddie Mercury: 29 anni senza l’icona della musica

| |

Il mondo ricorda la scomparsa di Freddie Mercury, icona pop e protagonista della musica.

Oggi, 24 novembre 2020, il mondo ricorda Farrokh Bulsara, nato a Zanzibar il 5 settembre 1946 e morto a Londra il 24 novembre di 29 anni fa. In realtà, il mondo lo ricorda con un altro nome. Freddie Mercury, frontman, compositore e voce dei Queen, gruppo musicale britannico formatosi a Londra nel 1970 grazie al fortunato incontro tra Freddie, Brian May e Roger Tylor.

I successi

La storia di Freddie, tempestata di successi e ostacoli, è possibile compendiarla nel suo brano più iconico che ha permesso il suo ingresso nell’olimpo della musica: Bohemian Rhapsody.
Nel 2002 Bohemian Rhapsody è stato eletto miglior singolo britannico di tutti i tempi dal Guinnes dei primati e, dal 2009, è entrata nella Grammy Hall of Fame, insieme ad altri due componimenti firmati Queen (We Will Rock You e We Are the Champions); inoltre, è il brano che ha ispirato il titolo del film omonimo “Bohemian Rhapsody”, che ripercorre i primi 15 anni dei Queen (dal loro esordio fino al concerto Live Aid del 1985).

Nel 2019 la pellicola è stata premiata dall’Academy con quattro premi Oscar: miglior attore protagonista (Rami Malek, nei panni di Freddi Mercury), miglior montaggio, miglior montaggio sonoro, miglior sonoro.
La potenza della sua voce, l’esplosività della sue movenze sul palco, i suoi costumi, tutto ciò ha reso Freddie Mercury una leggenda del rock, a tal punto da ricevere riconoscimenti anche dopo la sua morte. Tra i vari riconoscimenti postumi, possiamo citare il suo ingresso nella Rock and Roll  Hall of Fame; ancora, nel 2008, il magazine Rolling Stones colloca Freddie al 18° posto nella classifica dei “migliori 100 cantanti di tutti i tempi”.

La morte: 24 novembre 1991

Freddie, icona pop e protagonista indiscusso della musica, viene inoltre ricordato per essere stato una delle tante vittime di AIDS. Infatti Freddie, che aveva già contratto l’HIV nel 1987, diffuse la notizia della sua sieropositività solo il 22 novembre 1991, mettendo definitivamente a tacere tutti i rumor che avevano iniziato a circolare dopo la sua ultima apparizione pubblica avvenuta il 18 febbraio 1990.
Dunque, solo a poche ore prima della morte, Freddie trovò il coraggio di confessare la sua ultima sofferenza; un ultimo rush per arrivare a quell’immortalità nei cuori di chi, ancora oggi, canta i suoi versi e balla a ritmo delle sue meravigliose canzoni.

“Who wants to live forever? Forever is our today – Queen”

Previous

Britney Spears come un paziente in coma: parla l’avvocato della popstar

Jennifer Lopez: seno in mostra durante il duetto hot con Maluma agli American Music Awards 2020

Next

Lascia un commento