Gatti giganti: tutte le razze e le caratteristiche

| |

I gatti giganti nel corso del tempo hanno subito un processo evolutivo che ha portato alla creazione di razze differenti e dalle diverse caratteristiche. Scopriamo, quindi, tutto ciò che c’è da sapere sui gatti giganti.

Gatti giganti: ecco come riconoscerli

I gatti sono un universo tutto da scoprire. In natura si trova anche una specie tutta particolare che corrisponde al gatto gigante. Questo felino ha origini africane e si distingue, prima di tutto, per le sue dimensioni fuori dagli standard a cui, normalmente, si è abituati.

Gatti giganti: come distinguerli

I gatti giganti si dividono in razze che sono del tutto uniche tra loro. I tratti fisici e caratteriali, però, sono ben distinti. Anche se le loro dimensioni possono intimorire, assicuriamo che si tratta di esemplari affettuosi e docili. Vediamo, allora, quali sono quelli più rari e come distinguerli.

Gatti giganti: le razze in dettaglio

La prima razza da analizzare è il Savannah. Si tratta di uno dei gatti più conosciuti al mondo. Proviene da un incrocio con un siamese e servalo, cioè, un gatto africano. Si distingue per le sue connotazioni selvatiche e le dimensioni oscillano in base alle caratteristiche morfologiche del serval. Un gatto del genere può essere lungo circa un metro e pesare ben 15 chili.

Il colore del Savannah è marroncino tendente all’arancio e ha delle tipiche macchie nere. Le sue zampe sono muscolose, lunghe e forti. Un gatto del genere può saltare oltre due metri con un unico balzo.

Il Main Coon, invece, proviene dal Nord America, precisamente dal Maine. La sua coda è simile a quella di un procione e il suo pelo è adatto come protezione per i mesi invernali, quindi, è lungo e folto. In questo modo soffrire il freddo è impossibile. Anche le orecchie sono pelose all’interno e di grandi dimensioni.

Un gatto del genere può pesare circa 11 chili. Anche se la sua indole predatoria è spiccata riesce a vivere in casa e a familiarizzare con altri animali. È docile e affettuoso, difficilmente può graffiare.

Il Chausie è un gatto facilmente reperibile anche in Italia. Discende dai gatti della giungla e si tratta di un animale molto intelligente e attivo. Non soffre di solitudine e ama la compagnia umana.

Il Ragdoll è amorevole, docile, gentile e adatto per la compagnia umana. È goloso di coccole e non è estremamente grande. Può pesare tra i 4 e i 9 chili. Il suo pelo può assumere diversi colori come blu, seal, red, chocolate, liliac, tabby, linx e molto altro. Possono avere anche striature bianche sul corpo o sulle zampe. Un parente stretto del Ragdoll è il Ragamuffin, robusto, muscoloso ma poco longevo.

Tra i gatti giganti annoveriamo anche i famosi gatti norvegesi e siberiani, facilmente riconoscibili per il loro lungo pelo adatto a proteggere il corpo durante i lunghi e rigidi inverni.

Previous

Infuso di menta: proprietà e preparazione

Come coltivare i ravanelli: breve guida

Next

Lascia un commento