Il gatto abissino, caratteristiche e curiosità

| |

Affascinante e sinuoso, l’abissino proviene dall’Etiopia da cui prende il nome ed è tra i gatti più antichi del mondo.

Gatto abissino, una storia affascinante

Il gatto abissino è tra le razze più antiche d’Europa ma ha una storia particolare che attraversa Asia e Africa. Si ritiene che le caratteristiche dell’abissino siano la derivazione del gatto degli antichi egizi, di cui molti esemplari sono stati ritrovati mummificati nelle tombe. Si credeva infatti che la Dea Bastet avesse le sembianze di un gatto, la cui morfologia ricorda oggi la razza abissina. Riconosciuto uffficialmente in Gran Bretagna nel 1882, è stato nominato abissino perchè il primo esemplare esposto in una mostra felina proveniva dall’Etiopia. Secondo recenti studi il gatto abissino in realtà proviene dall’Asia e non dall’Africa, probabilmente dallo Sri Lanka e che gli esemplari furono importati in Europa dalle navi mercantili britanniche. E’ molto interessante comprendere come anche l’importazione e la diffusione delle razze feline coincida con momenti ben precisi della storia e il rapporto unico, che questi piccoli mammiferi hanno da secoli con gli umani.

Caratteristiche del gatto abissino

L’abissino è un felino molto vivace e longevo, le sue caratteristiche principali risiedono nella particolare colorazione del pelo, che ricorda il manto delle lepri. La taglia è media e il peso supera di rado i 5 kg nei maschi e i 4 nelle femmine. L’aspetto dell’abissino è peculiare: grandi occhi a mandorla, orecchie importanti e corporatura snella. Il ticking è la caratteristica che rende l’abissino diverso da tutte le altre razze, ovvero ogni singolo pelo del manto presenta due o tre bande di colore che terminano con una punta nera. I primi colori selezionati sono stati il Lepre e il Sorrel, mentre i più recenti sono Blu, Fawn e Silver. Come vediamo il gatto abissino ha degli standard di razza molto precisi ed è tra i più diffusi negli Stati Uniti, mentre in Europa è ancora poco diffuso.

Cure e carattere

Il gatto abissino è resistente, agile e longevo. Ha un carattere docile e ama stare in compagnia, per questo è molto adatto alla vita in famiglia. Data la sua indole di arrampicatore è tra i gatti che necessitano una regolare attività e attenzione al gioco e al movimento. La razza abissina potrebbe presentare un difetto genetico, la FNI, quindi bisogna scegliere bene l’allevamento cui rivolgersi se si vuole adottare uno di questi meravigliosi esemplari. Gli abissini inoltre possono dimostrare una particolare sensibilità della retina, che potrebbe degenerare in una malattia chiamata atrofia progressiva della retina. In ogni caso l’abissino non è un gatto difficile da gestire e il pelo non necessita di cure particolari, come nel caso dei gatti a pelo lungo. Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/gatto-abissino-gatto-museruola-3027835/

Previous

Guenda Goria e Filippo Nardi insieme dopo il Gf vip: le foto

Koala, 4 curiosità sul marsupiale australiano

Next

Lascia un commento