Nomcebo Zikode, chi è la cantante del tormentone Jerusalema

| | ,

Il brano tormentone dell’estate 2020 Jerusalema è cantato dalla sudafricana Nomcebo Zikode. Scopriamo di più sulla cantante che ha dominato le classifiche.

Il successo di Jerusalema

Vi aspettavate che a spopolare questa estate sarebbero stati i soliti tormentoni spagnoli e, invece, a sorpresa, a dominare è stato il brano gospel in venda (una lingua sudafricana) “Jerusalema” del musicista e produttore discografico sudafricano Master KG affidato alla voce della 35enne sudafricana Nomcebo Zikode.

Jerusalema è divenuta un vero e proprio tormentone, soprattutto grazie ad una challenge lanciata sul social network cinese Tik Tok che l’ha portata a scalare le classifiche e a diventare una hit super trasmessa dalle radio, oltre che un brano ballato ovunque da tutti.

Ma chi è Nomcebo Zikode, la cantante di questo fortunato brano? Approfondiamo la sua conoscenza!

Chi è la cantante di Jerusalema

Nata nel 1985 a Hammarsdale, in Sudafrica, Nomcebo Zikode vive a Johannesburg dove ha studiato informatica presso la Havatech College. Nonostante i suoi studi, la Zikode ha sempre avuto una grande passione per la musica, alla quale si è dedicata sin da piccola. E’ entrata nel mondo della musica da professionista già nei primi anni duemila collaborando con band e cantanti famosi nel suo paese di origine. In particolare, nel suo paese è divenuta nota partecipando nel 2003 al talent Ukhozi FM.

Il grande successo internazionale è arrivato solo nell’estate 2020 col brano Jerusalema (nato dalla collaborazione con il produttore Master KG), a seguito del quale ha inciso il suo primo album, Xola Moya Wam. Si tratta di un disco di genere dance elettronica, anch’esso risultato della collaborazione con Master Kg.

Il successone estivo le è valso anche una nomination per il Record of the Year ai South African Music Awards.

Inoltre, grazie a Jerusalema, un brano che è un inno all’unione e alla globalizzazione, Nomcebo Zikode è stata scelta insieme a Master KG come “Ambassadors to the World” del DSAC Cultural Diplamacy Programme dal ministro delle Arti e della Cultura sudafricano Nathi Mthethwa.

Il brano ha avuto successo nonostante sia cantato in lingua sudafricana. Ciò dimostra che la musica può diventare universale anche quando le parole dei testi sono comprese da pochi.

Oltre ad essere una cantante, la Zikode è anche moglie e mamma. E’ infatti sposata con Selwyn Fraser e ha due figli.

fonte immagine: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3348663321881392&set=a.106904292723994&type=3&theater

fonte immagine: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3348663321881392&set=a.106904292723994&type=3&theater

Previous

Reggina: l’esordio di Menez contro la Salernitana

Bologna-Parma: dove vederla e probabili formazioni

Next

Lascia un commento