Bonus vacanze: come funziona l’app per ottenere lo sconto

| |

L’estate è ormai arrivata, quindi, la voglia di vacanze si fa sentire. Il Governo ha disposto, solo per quest’anno, il famoso bonus vacanze. Questo permetterà a milioni di famiglie di godersi le ferie fuori casa. Ma come funziona? Vediamolo subito.

Bonus vacanze: in cosa consiste

Il bonus vacanze è un’agevolazione disposta dal Governo e permetterà, agli italiani, di potersi muovere verso le località turistiche utilizzando incentivi economici. L’Agenzia delle Entrate, proprio in questi giorni, ha diramato tutte le informazioni necessarie per ottenerlo.

Prima di tutto è necessario dotarsi dell’app IO, l’app di PagoPA. Questa è utile per richiedere l’agevolazione e, inoltre, potrà servire, in futuro, per pagare gli oneri dovuti alla Pubblica Amministrazione.

Una volta entrati nell’app sarà necessario inserire lo Spid e il dato Isee. In questo modo il sistema calcolerà, sulla base del reddito, quanto spetta al richiedente singolo o alla famiglia. Questo bonus sarà disponibile fino a dicembre 2020.

Bonus vacanze: come richiederlo

Il bonus vacanze non è valido per tutti, infatti, chi supera il reddito Isee di 40 mila euro non potrà ottenerlo. Il contributo è variabile e parte da 150 euro fino a 500 euro. Questa cifra potrà essere utilizzata come un vero e proprio “buono” per i soggiorni in villaggi turistici, alberghi, bed and breakfast.

Il bonus è valido solo se il rapporto con la struttura ricettiva è diretto, oppure, vi è contatto tramite tour operator. Si esclude il bonus se la prenotazione avviene attraverso piattaforme digitali.

Può richiedere il bonus un solo componente della famiglia che, ovviamente, possiede una carta d’identità elettronica o lo Spid e fornisce, quindi, i suoi dati Isee. Per ottenerlo è necessario aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva unica, avere un’identità digitale o lo spid, installare l’app dedicata.

Bonus vacanze: il pagamento

Una volta ottenuto il bonus, il beneficiario deve comunicare all’albergatore il codice univoco generato dall’app. Oltre al codice bisogna fornire l’importo dello sconto, le generalità dei componenti della famiglia e il periodo di utilizzo.

La struttura deve aprire una pagina specifica presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate e verificare la veridicità del bonus inserendo il codice fornito, codice fiscale e l’importo del soggiorno. Con l’esito positivo di questa operazione il fornitore può applicare lo sconto.

Si ricorda che il bonus vacanze è spendibile solo in un’unica soluzione. Se ne può utilizzare solo l’80% e la restante parte si trasforma in credito d’imposta. Si può optare anche per la liquidazione completa.

Previous

Auto elettriche: perché vale la pena acquistarne una

Dichiarazione dei redditi precompilata: eco come modificarla

Next

2 commenti su “Bonus vacanze: come funziona l’app per ottenere lo sconto”

  1. Mi sembra pazzesco. A partire dalla carta d’identità elettronica, che rilasciano in tempi biblici, poi certificazione reddito Isee …..poi app….. Totalmente incapaci a gestire la normalità, figuriamoci l’emergenza. Vedremo come sarà semplice la riduzione del 5% delle pensioni. Vergogna!

    Rispondi
  2. E questi ch,e che hanno creatoun simile marchingegno dovrebbero presiedere e dar luogo alle semplificazioni? Nonostante questi, invece dell’appIO utilizzerei ” io speriamo che me la cavo”!!!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento