Re-open Eu: l’app per sapere dove e come viaggiare in Europa

| |

Re-open Eu è una piattaforma web che permette di viaggiare in sicurezza. Questa fornirà informazioni in tempo reale sulle frontiere, mezzi di trasporto e servizi turistici. Capiamo meglio come funziona.

Il lungo lockdown imposto dalla diffusione della pandemia da Coronavirus ha chiuso, per lungo tempo, i confini degli stati comunitari ed extracomunitari. Benché l’allarme non sia ancora del tutto cessato, dal 15 giugno alcuni degli Stati europei hanno cominciato con, cautele differenti, a riaprire gli accessi nazionali.

Non si tratta, naturalmente di un liberi tutti, ma si può considerare un sostanziale passo in avanti verso la libera circolazione di merci e, soprattutto, di persone.

Per chi, provato dalla lunga quarantena, avesse in mente di programmare un periodo di riposo all’estero, consigliamo di consultare la nuovissima piattaforma Re-Open Eu che la Commissione Europea ha messo a disposizione dei cittadini e che propone informazioni esaustive sulle restrizioni ancora vigenti e sulle misure contenitive ancora obbligatorie.

Cos’è la piattaforma Re-Open Eu?

Si tratta di un sito internet ( che diventerà fra breve anche un’applicazione da scaricare sullo smartphone) realizzato dalla Commissione Europea in grado di offrire il più ampio ventaglio di informazioni e suggerimenti ai cittadini Europei in procinto di organizzare un viaggio. Lo scopo che si pone la piattaforma è quella di far chiarezza circa l‘eterogenietà di disposizioni nazionali in ambito Europeo e di essere fonte di ispirazione per tutti coloro i quali volessero sviluppare soluzioni innovative traendo spunto da iniziative già intraprese da altri Stati.

Come funziona la piattaforma Re-Open Eu?

Il sito si presenta visivamente come una mappa geografica su cui è possibile interagire per trarre tutte le informazioni sulla destinazione prescelta. Allo stato attuale gli Stati europei che hanno già riaperto i loro confini sono identificati con il colore verde mentre quelli che lo hanno fatto soltanto parzialmente o adottano misure particolari, sono identificati con il colore giallo.

L’home page del sito consente di scegliere immediatamente una destinazione specifica. Cliccando sul bottone di avvio, oltre ad aprirsi la mappa colorata in giallo o verde, si apre una tendina laterale che contiene un gran numero di informazioni specifiche. Tra queste le più interessanti riguardano il libero accesso e la libera circolazione all’interno del Paese, i mezzi di trasporto consentiti per raggiungere la destinazione (via mare, terra e via aerea) e tutte le informazioni di natura sanitaria (ad esempio l’obbligo di quarantena o la necessità di eventuale certificato medico).

Per tutti gli Stati colorati in giallo, la piattaforma indica tutte le restrizioni ancora in vigore. Re-Open Eu offre anche una sezione dedicata all’andamento della curva dei contagi in modo tale da garantire al cittadino una visione complessiva degli eventuali rischi connessi allo spostamento stabilito e indica anche la riapertura (o meno) di strutture pubbliche, locali di ristoro e spiagge.

Informazioni sulle misure di protezione obbligatorie

La piattaforma, infine, offre una panoramica generale circa le misure contenitive in vigore nella destinazione individuata. Individua, ad esempio, i soggetti che, entrando nel territorio, saranno eventualmente tenuti all’obbligo di quarantena e se sarà necessario indossare la mascherina. Data l’eterogenità di disposizioni nazionali, è sempre consigliabile consultare Re-Open Eu prima di mettersi in viaggio.

Potrebbe interessarti anche Google Maps, nuove funzioni per ridurre il contagio da Covid-19

Previous

Ematomi e contusioni: come curarli con metodi naturali

Arredamento zen: come creare un ambiente rilassante in casa

Next

Lascia un commento