Come coltivare l’ortensia: la guida pratica

| |

L’ortensia è una pianta originaria del Giappone, della Cina e dell’America meridionale. Vediamo quali sono le proprietà e come deve essere coltivata.

Caratteristiche dell’ortensia

L’ortensia appartiene alla famiglia delle Hydrangeaceae, dal greco hydros (acqua) e angeion (vaso). Questo perchè i semi sono inseriti all’interno di piccoli involucri che ricordano dei vasi per il trasporto dell’acqua.

Le foglie dell’ortensia sono di un bel colore verde brillante, hanno il margine dentellato e sono caduche. Ciò che interessa di più a chi ama le ortensie è però il colore dei loro fiori che per alcune varietà può cambiare a seconda del pH del terreno.

Scopriamo come coltivare le ortensie in vaso e in giardino, come potarle e come mantenere al meglio il colore dei loro fiori.

Come coltivare l’ortensia in giardino

Le ortensie non hanno bisogno di particolari cure, dunque sono semplici da coltivare sia in giardino in piena terra sia in vaso, purché all’aperto.

Il periodo ideale per piantare le ortensie corrisponde con l’autunno e con la primavera, dunque le piante di ortensia vanno messe a dimora nei mesi di ottobre e novembre oppure tra marzo e aprile.

Scavate nel terreno una buca abbastanza profonda da contenere le radici dell’ortensia senza problemi e riempitela con un mix di terriccio fresco e di torba. Se volete mantenere acido il pH del terreno aggiungete dei fondi di caffè oppure usate un terriccio adatto alle piante acidofile. Le ortensie non vanno collocate in pieno sole: per farle prosperare, meglio scegliere una sistemazione all’ombra o a mezz’ombra. Dunque per coltivare l’ortensia potrete scegliere un angolo riparato del vostro giardino o che comunque non sia in pieno sole.

L’acqua per innaffiare le ortensie non deve essere troppo calcarea per non alterare il pH del terreno. Ad esempio potrete conservare e usare l’acqua piovana. Innaffiatele spesso perché la superficie del terreno deve essere sempre umida. Aumentate le innaffiature in estate e durante la fioritura.

Come coltivare l’ortensia in vaso

Per coltivare l’ortensia in vaso seguite le stesse indicazioni che valgono per l’ortensia coltivata in giardino, con qualche accortezza in più. Scegliete un vaso abbastanza grande, proporzionato alle dimensioni della pianta. Per fare in modo che le dimensioni della vostra ortensia rimangano adatte alla coltivazione in vaso potate la pianta durante il periodo di riposo, idealmente dopo la fine della fioritura in autunno o in inverno e prima dell’arrivo della primavera.

Potrebbe interessarti anche Agrifoglio: proprietà e coltivazione

Previous

Gemitaiz annuncia nuova musica: ‘So che qualcuno non crede più in me’

Tedua e Ketama 126 commentano lo sfogo di Massimo Pericolo: ‘Ti capisco tanto’

Next

Lascia un commento