Orto di luglio: le semine, la cura e i lavori da effettuare

| |

Home » lifeStyle » Orto di luglio: le semine, la cura e i lavori da effettuare

L’orto di luglio è ricco di possibilità, ma anche di lavori da fare e non trascurare se si vuole avere prodotti ottimali a breve termine o per l’autunno.

Luglio è un mese caldo e spesso si pensa che non sia proprio adatto alla semina. In realtà, in questo mese sono tante le coltivazioni che si possono avviare, sia a breve ciclo che per l’inverno. Inoltre, in questo mese sono diversi i lavori cha vanno effettuati. Iniziamo con le semine che è possibile effettuare.

Cosa seminare a luglio

Luglio è il mese ideale per seminare ortaggi e legumi a ciclo breve. Tra questi sicuramente ci sono rapanelli, biete, lattughe, rucola, ma anche fagiolini nani e fagioli. Per le piante che appartengono alla specie dei fagioli, in particolare, è importante arricchire il suolo di azoto e lavorare bene il terreno attraverso vangatura, zappettatura e infine rastrello per livellare vangatura. Nel mese di luglio, inoltre, è bene iniziare a seminare gli ortaggi autunnali, che necessitano di più tempo di sviluppo. Tra questi è possibile scegliere tra una gran varietà: cavolfiore, broccoli, cavolo cappuccio, cavolo verza, finocchio, carote, porro, broccoli e radicchio. Per quanto riguarda il cavolo è bene seminarlo in contenitori alveolati e successivamente, a un mese dalla germinazione, trapiantarli nel terreno. Si possono mettere 2-3 semi ogni vaschetta in modo da poter poi scegliere la piantina migliore una volta avvenuta la germinazione.

La cura dell’orto a luglio

Essendo luglio uno dei mesi più caldi dell’estate, uno dei lavori da fare costantemente, anche in maniera quotidiana, è quello di irrigare l’orlo. Spesso, quando si irriga inconsapevolmente si compiono degli errori. Il primo potrebbe essere quello di irrigare nelle ora più calde, l’altro di utilizzare acqua eccessivamente fredda. Queste azioni vanno evitate al fine di scongiurare uno shock termico, che può andare a danneggiare le radici e la piante stessa. Altro lavoro da fare è quello di eliminare le erbe infestanti. Questo è importante farlo, al fine di evitare che le erbacce prendano il sopravvento non permettendo alle coltivazioni di crescere regolarmente. Se è possibile, è bene eseguire l’azione a mano. Altra cosa da fare è l’eventuale trattamento delle piante dai parassiti. In questo periodo, soprattutto i pomodori possono essere attaccati dalla peronospola, che può essere debellata, ma fate sempre attenzione al tipo di trattamento che utilizzate.

I lavori da fare

Nel mese di luglio, l’orto se ben curato, comporta non poco lavoro. Tra quelli da tener in conto, oltre alla preparazione per l’inverno, ci sono sicuramente il controllo dei tutori per quelle coltivazioni che si sviluppano in verticale, come pomodori, melanzane, peperoni. Accertatevi anche che i supporti orizzontali su cui la pianta si sviluppa permettano un ancoraggio sicuro, altrimenti si rischia di ritrovarsi una confusione di ramificazioni. Non dimenticate di eliminare i fiori del basilico, così da permettere alle foglie di rinvigorirsi. Potreste anche recuperare i semini per una successiva semina.

Può interessarti anche: Pensioni di agosto: pubblicato il calendario dei pagamenti

Continua a leggere su atuttonotizie.it

Vuoi essere sempre aggiornato e ricevere le principali notizie del giorno? Iscriviti alla nostra Newsletter

FONTE IMMAGINE:  Cibo foto creata da gpointstudio – it.freepik.com

Previous

Assegno di ricollocazione fino a 5 mila euro: a chi spetta

Capelli: come averli belli e sani in estate

Next

Lascia un commento