Foliage guida ai luoghi più belli

| |

Ammirare il paesaggio autunnale con una lunga passeggiata sui sentieri d’Italia, scopriamo come e quando programmare una giornata all’insegna del foliage.

Foliage, di cosa si tratta

Il foliage è un evento naturale che avviene ogni anni in autuno, quando i boschi e le montagne cambiano colore e creano una vera e propria palette cromatica dalle tonalità calde. Abbiamo scritto, qualche tempo fa, dei consigli per fotografare il foliage con le fotocamere amatoriali perchè questo è il periodo più adatto per prendere l’iniziativa e fare lunghe passeggiate alla ricerca delle strade montuose e collinari più suggestive. Vedremo i migliori itinerari per un percorso all’insegna del foliage, attività molto consigliata in questo periodo in cui stiamo affrontando una nuova ondata della pandemia da Covid-19 per cui la cosa migliore per trascorrere una giornata di relax e divertimento è nella natura, ammirandone le meraviglie da soli o con una ristrtetta compagnia.

Il foliage in Italia

Il foliage si può ammirare anche nei pressi della propria abitazione, ammesso che si abiti in luoghi distanti dalle città. Non tutti però hanno la fortuna di vivere immersi nel verde e dalle finestre dei propri appartamenti spesso l’unico paesaggio che si può scorgere è quello dei palazzi di città. Per questo motivo a volte è necessario programmare una piccola gita fuoriporta ma il nostro territorio è ricchissimo di boschi e natura e non sarà difficile trovare un luogo, nei pressi della propria residenza, dove osservare il foliage. In Italia ci sono moltissimi luoghi e itinerari per ammirare la natura, esiste persino un trenino del foliage, che collega l’Italia alla Svizzera percorrendo un suggestivo percorso tra i boschi tra Domodossola e Locarno. Il treno è attivo ogni anno fino alla metà del mese di novembre ma vi invitiamo a controllare le possibili chiusure e limitazioni causate dall’emergenza Covid.

I luoghi più suggestivi per il foliage

Tra i luoghi più suggestivi ci sono le colline intorno a Gubbio, in Umbria intorno al Castello di Petroia, incastonato in una valle di larici e quercie dove si pratica anche la raccolta del prezioso tartufo. Sempre nell’Italia centrale il Lazio offre un vasto territorio montuoso e collinare soprattutto nella provincia di Viterbo ricca di noccioleti, castagneti e itinerari che si snodano lungo i boschi dei Monti Cimini. Al Nord sono imperdibili i paesaggi delle Langhe piemontesi, che in autunno si riempiono di sfumature, mentre la Val di Non in Trentino è tra i luoghi più suggestivi per la varietà paesaggistica e gli alberi da frutto. Al Sud ci sono moltissimi sentieri indicati per il foliage, imperdibile la Sila Grande, in Calabria, ricca di faggi, pini e alberi secolari, un luogo meraviglioso dove si respira l’aria più pulita d’Europa. Sempre al Sud le colline del Cilento, in provincia di Salerno, sono meta di bellissime escursioni per ammirare un foliage che si estende dalla montagna al mare. Ph da: https://pixabay.com/it/photos/caduta-foresta-colorato-stagione-3089995/

Previous

Patrizia De Blanck ha un passato da “tigre del materasso”

Calciomercato: le news dell’ultima ora

Next

Lascia un commento