Manzo Wagyu la bistecca più costosa al mondo

| | ,

Arriva dal Giappone ed è la carne di manzo più pregiata al mondo, scopriamo insieme la storia e le caratteristiche.

Manzo Wagyu, una tradizione nipponica

Il Manzo Wagyu è un particolare tipo di carne tipica del Giappone che si riferisce ad alcune razze bovine, selezionate appositamente per avere le caratteristiche che fanno arrivare una bistecca a prezzi stellari. Il Manzo Wagyu è considerato dagli chef internazionali il tipo di carne più pregiata al mondo e presenta una storia e delle caratteristiche che sono uniche al mondo. Il termine Wagyu deriva dalle parole “wa” (Giappone), mentre “gyu”(bovino) quindi possiamo affermare che sia il bovino giapponese per eccellenza. Le razze sono quattro: Japanese Black, Japanese Brown/Red, Japanese Shorthorn, Japanese Polled e la caratteristica principale è la distribuzione intramuscolare di grasso, chiamata anche marezzatura, che si scioglie a una temperatura molto bassa, quindi concede alla carne una scioglievolezza e un sapore unici.

La storia del Manzo Wagyu

I bovini furono importati in Giappone nel II secolo, ma data la natura del territorio nipponico, che non presenta vaste aree pianeggianti, si diffusero a macchia di leopardo e non erano utilizzati per scopi alimentari ma soltanto come animali da lavoro. Mangiare la carne era, per motivi religiosi, un vero e proprio sacrilegio e nel periodo Edo, che corrisponde al nostro XVI sec. fu addiruttura vietato per legge, quindi questi bovini iniziarono a mutare, sviluppando un tessuto di muscolo e grasso molto importante. Verso la fine del 1800 il Giappone iniziò ad aprirsi all’Occidente e così si diffuse la bontà di questa particolare razza bovina, che oggi ha un prezzo che varia dai 100 ai 1000 euro al chilo, in base alla tipologia e all’allevamento.

Una vera e propria bistecca di lusso

Il Wagyu non è certamente una carne per tutti e il prezzo è veramente proibitivo. Nonostante sia tipica del Giappone anche in Europa e in Italia ci sono alcuni allevamenti che devono rispettare gli altissimi standard degli allevamenti nipponici per vendere la carne con il marchio Wagyu. Oltre alla razza di bovino è fondamentale la qualità della vita dell’animale, che oltre ad essere nutrito con cura, in Giappone segue dei veri e propri rituali. Questi particolari animali dal primo giorno di vita sono trattati con i guanti bianchi, massaggiati, non separati per evitare i traumi e vivono all’aria aperta. In Italia vi sono alcuni ristoranti che propongono la carne Wagyu a Milano, Roma e Napoli ma rimane certamente una bistecca per veri intenditori, da concedersi una volta nella vita e nelle occasioni speciali.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/manzo-wagyu-arrosto-di-manzo-wagyu-1648603/

Previous

Giulia De Lellis posa in semi-topless e teddy bear: piovono critiche

Kenya, protetto da un dispositivo GPS l’ultimo esemplare di giraffa bianca al mondo

Next

Lascia un commento