Stress, cos’è e cosa comporta

| |

Lo stress è ormai una presenza costante nelle nostre vite. Ne esiste uno positivo e uno negativo. Impariamo a conoscerlo

Ogni giorno facciamo i conti con lo stress. Una vita frenetica, lavoro, famiglia, incombenze non ci aiutano a vivere le nostre giornate serenamente. Lo stress non va sottovalutato perché può avere delle ripercussioni più o meno serie sul nostro organismo. In questo articolo cerchiamo di conoscerlo meglio.

Che cos’è lo stress

Il termine inglese “stress” comparve per la prima volta nel 1936 negli studi del medico Hans Seyle e venne utilizzato per indicare la reazione che l’organismo mette in atto in seguito all’esposizione a stimoli eccessivi o ritenuti tali. Quando lo stress è causato da eventi di breve durata, e quini anch’esso dura per un breve periodo, non rappresenta un problema, poiché l’organismo può sviluppare delle capacità di reazione e difesa in positivo.

Il discorso è differente e assume una connotazione negativa, quando l’organismo è sottoposto ad un lungo periodo di stress. Questo può comportare un rischio serio per la salute e l’insorgere di alcune malattie.

Le cause

Le cause che determinano lo stress possono essere molteplici. Gli stressor, ovvero le condizioni che determinano lo stress, possono essere divere: un incidente, un lutto, traumi emotivi, un carico eccessivo di lavoro, grandi sforzi mentali e fisici, una malattia sono tutte possibili fonti di stress. Bisogna, dunque, imparare a individuare le varie fasi prima di far peggiorare e precipitare le cose.

Le tre fasi

La prima fase è quella che mette l’organismo in una condizione di allarme, ovvero si avverte il pericolo, ne consegue una sorpresa e poi la reazione difensiva. La seconda fase è la resistenza, in cui l’organismo si adatta alla nuova situazione. La terza fase è l’esaurimento, in cui si registra il crollo delle difese organiche e la comparsa di sintomi fisici. Imparare a riconoscere queste fasi può aiutarci a migliorare il nostro modo di vivere.

Lo stress positivo

Lo stress positivo si manifesta in condizioni di eustress, ovvero una situazione determinata da un evento positivo. Lo stress positivo è una fonte di ansia, ma non grave, anzi aiuta la persona a concentrarsi sulla propria posizione. In queste condizioni, ad esempio, si migliora lo stato dei muscoli, poiché gli zuccheri producono più energia, si sopporta meglio il dolore e il cervello diventa più efficiente.

Lo stress negativo

Lo stress negativo si genera in seguito ad una situazione di distress, ovvero quando il problema non viene risolto e diventa cronico. Se non si interviene subito in questa fase si va incontro ad un esaurimento delle capacità di reazione e all’insorgere di forme più o meno patologiche.

Disturbi da stress

Tra le malattie e i disturbi più diffusi causati da un forte stress si annoverano fenomeni legati all’apparato digerente, come gastrite, ulcera, disturbi digestivi; all’apparato respiratorio come tosse secca, asma psicosomatica. Inoltre a risentirne fortemente è il sistema immunitario con l’insorgere di malattie come herpes e acne, otiti fino a fenomeni più gravi come le polmoniti. Non mancano tra l’altro crisi di ansia, cefalee, depressione più o meno grave fenomeni legati al sistema nervoso.

Gestire lo stress è molto importante e significa anche prendersi cura del proprio benessere psico-fisico. Ogni persona reagisce in maniera differente, bisogna dunque prestare attenzione a tutti i cambiamenti e a ricorrere ai ripari quando la situazione sta assumendo delle sfumature pericolose. Rivolgersi ad un medico o ad uno specialista è sempre la prima e fondamentale cosa da fare.

Può interessarti anche: Agnocasto: la pianta che combatte lo stress

FONTE IMMAGINE: https://pixabay.com/it/photos/stress-burnout-uomo-persona-date-3853148/

Previous

Coronavirus, morto a 81 anni lo stilista Kenzo

Goldrake, il primo ufo-robot compie 45 anni

Next

4 commenti su “Stress, cos’è e cosa comporta”

Lascia un commento