Luppolo, la pianta dagli effetti calmanti

| |

Il luppolo è conosciuto per i suoi effetti calmanti. Indicato per curare insonnia è stress. Nell’articolo tutte le caratteristiche.

Il luppolo è una pianta abbastanza diffusa in Europa, in Asia e nell’America del nord. Cresce spontaneamente in siepi e boschi anche ad altitudini elevate. La caratteristica della pianta è che raggiunge l’altezza di cinque metri, ha delle foglie piccole e palmate e i fiori si presentano a grappolo e ricordano un po’ la forma del fiore del carciofo.

A cosa serve il luppolo

L’azione più conosciuta del luppolo è quella calmante e soporifera. Per questo motivo è particolarmente indicata per curare stati di agitazione, stress o di ansia, ma anche il nervosismo e aiuta a combattere l’insonnia. Inoltre, è particolarmente indicata per le donne in fase di premenopausa e di menopausa, perché agisce sul riequilibrio ormonale. Studi recenti hanno confermato l’efficacia del luppolo per sintomi infiammatori e digestivi, mentre in fase di verifica è l’azione sulle cellule tumorali.

La birra e i derivati

In campo erboristico il luppolo può essere assunto sia attraverso tisane, ma anche in estratti e tinture. Il luppolo, però, è famoso per la produzione della birra, che conferisce a questa bevanda il caratteristico sapore amarognolo. Il luppolo è sconsigliato in gravidanza e in concomitanza con l’assunzione di antidepressivi per scongiurare la somma degli effetti.

Curiosità

Una curiosità del luppolo riguarda le sue proprietà afrodisiache. Pare che nelle donne crei un aumento del desiderio, mentre negli uomini è l’opposto, facendo registrare un’azione anafrodisiaca.

FONTE IMMAGINE: https://pixabay.com/it/photos/luppolo-impianto-hopfenbl%C3%BCte-natura-3705742/

Previous

Coronavirus: positiva Mara Maionchi, è ricoverata a Milano

Halloween, allo Zoosafari di Fasano i bambini entrano gratis

Next

Lascia un commento