Lentiggini finte: come realizzarle con il makeup

| |

Per molto tempo invise al grande pubblico e fonte di un certo disagio, le lentiggini, in quest’ultimo periodo sono tornate prepotentemente di moda come simbolo di maliziosa ingenuità.

Con l’avanzare del periodo estivo, infatti, sono moltissimi i video che, sulle piattaforme social, propongono, con evidente valenza di positività, visi radiosi che, baciati dal sole, mostrano, con vanto, piccole macchioline più scure.

Cosa sono le lentiggini?

Le lentiggini sono una risposta eccessiva che i melanociti producono in seguito all’esposizione al sole. In poche parole quando i raggi solari colpiscono il viso (in modo prevalente) o il corpo, i melanociti cominciano a produrre melanina; quando questa viene prodotta in eccesso, si formano delle piccoli macchioline scure: le lentiggini.

Poiché l’essere umano non è mai contento di quello che ha, va da sè che chi ne ha molte, vorrebbe cancellarle mentre chi non ne ha desidererebbe possederne almeno un po’.

A questo punto è lecito chiedersi se sia possibile creare delle lentiggini finte: la risposta, naturalmente, è sì e, per questa ragione, fra poco, scopriremo 5 tecniche infallibili per ricreare un perfetto viso baciato dal sole.

Per chi, invece, è già tanto fortunato da possederle naturalmente, consigliamo di enfatizzarle lievemente con un make up adeguato in modo da conferire luminosità all’incarnato.

Come realizzare lentiggini finte?

Onde evitare un risultato effetto maschera e del tutto innaturale, consigliamo di usare cautela nell’esecuzione delle varie tecniche di riproduzione che, in ogni, debbono essere precedute da un’accurata detersione del viso.

– Ombretti e matite

Il metodo classico per la realizzazione di lentiggini finte passa attraverso l’utilizzo di una matita per sopracciglia. Dopo aver scelto accuratamente il colore, è necessario punteggiare la cute con la punta (ben temperata) della matita sfumando il risultato finale per un look naturale.

Per le più esperte può essere utilizzato anche un ombretto in crema dalla tonalità calda steso con l’ausilio di un pennellino da eye liner.

Naturalmente, in questo caso, l’effetto sarà garantito finché non ci si struccherà.

– Spazzolino da denti ed henné

Per un risultato semi permanente, vi consigliamo di usare una piccola dose di henné per capelli da stendere con uno spazzolino da denti per un effetto puntinato.
Per un risultato perfetto, è bene non applicare ulteriore fondotinta.

– Autoabbronzante e pennellino

Per un risultato più duraturo, invece, è possibile utilizzare l’autoabbronzante. Il prodotto va spruzzato in un piattino, poi applicato sul viso (pulito e asciutto) con un pennellino a punta finissima ed, infine, sfumato lievemente.

– Stencil specifici

In considerazione della dilagante lentiggini mania, è possibile acquistare degli specifici stencil a triangolo da applicare sotto gli occhi e da riempire con del correttore più scuro negli appositi forellini.

– Tatuare le lentiggini

Poiché la medicina estetica non conosce confini, è recentemente nato il Freckling. Si tratta di un tatuaggio permanente effettuato mediante piccole punturine sulla zona interessata che rilasciano una piccola dose di inchiostro.

Dopo qualche giorno, passato un lieve gonfiore, il risultato sarà discreto, ma perfetto per almeno un paio d’anni. Salvo ripensamenti.

Potrebbe interessarti anche Extension ciglia: come si applicano e quanto costano

Previous

Giuggiole: proprietà, benefici e valori nutrizionali

Congestione: cause, sintomi e rimedi

Next

Lascia un commento