Weekend: le Giornate Fai d’Autunno raddoppiano

| |

Due weekend dedicati alle bellezze d’Italia. Quest’anno il FAI raddoppia le Giornate d’Autunno.

Quest’anno l’appuntamento con le meraviglie d’Italia raddoppia. Per garantire la sicurezza anti Covid-19 le Giornate FAI d’Autunno si svolgeranno in due weekend: 17-18 e 24-25 ottobre. Questa edizione è dedicata a Giulia Maria Crespi, l’imprenditrice italiana fondatrice del Fai. I siti FAI sono 1000, ma non tutti sono visitabili in entrambi i weekend. Vi suggeriamo tre luoghi per ogni weekend e non dimenticate che è necessaria la prenotazione per accedere alle visite guidate.

Primo Weekend

Nord Italia: Passeggiata naturalistica lungo i meandri del fiume Ronco a Forlì

Una passeggiata immersi nella natura lussureggiante. Il percorso è ricco di numerosi corpi d’acqua corrente e stagnante, circondati da una fitta e variegata vegetazione. Boscaglia e boschi di salici, pioppi e ontani, ma anche specie palustri arricchiscono questo percorso che piace molto anche ai bambini per la presenza di uccelli come il martin pescatore, il tarabusino e la bigia padovana. Ma è possibile vedere anche anfibi come il tritone crestato, la raganella italica, alcuni rettili come la testuggine palustre e mammiferi come la puzzola e l’istrice.

Centro Italia: Peltuinum – Prata D Ansidonia, L’Aquila

Peltuinum è un’antica città romanda del I secolo a.C. collocata tra la valle dell’Aterno e quella del Tirino, naturali vie di attraversamento dell’Appennino Abruzzese. Proprio per la sua posizione geografica ebbe un importante ruolo politico ed economico. Nel corso della visita al sito archeologico si potranno ammirare gli scavi dell’antico insediamento, i resti del teatro di età augustea, tratti di mura e un tempio forse dedicato ad Apollo. A Peltuinum c’è da vedere anche la chiesa di San Paolo del XII secolo.

Sud Italia: Parco Letterario di Nisida – Napoli

Nisida è una piccola isola, nel golfo di Napoli, di straordinaria bellezza naturalistica, caratterizzata da una ricchissima flora e fauna. In antichità era un vulcano, oggi spento, ma che conserva ancora, la tipica forma a caldera. Da qualche anno è nato un Parco Letterario e sono stati riaperti alcuni dei suggestivi sentieri che percorrono l’isola, come quello dedicato a Omero.

Secondo Weekend

Nord Italia: Palazzo Carraro ad Aviano in provincia di Pordenone

Palazzo Carraro già Menegozzi e gipsoteca R. Piter si trova ad Aviano, in provincia di Pordenone, apre esclusivamente per le Giornate FAI. Lo stile ricorda quello dei palazzi veneti e l’interno è affrescato da bellissime scene di caccia e vedute paesaggistiche, recentemente restaurate. Attraverso il giardino all’italiana si accede a Palazzina Ferro, sede della gipsoteca, in cui è possibile vedere le opere dello scultore Riccardo Piter.

Centro Italia: Castello di Fumone – Frosinone

Il castello di Fumone è un vero e proprio scrigno di storia e cultura. Costruito intorno al X secolo, per oltre 500 anni fu un punto di controllo sul basso Lazio e fu usato per la reclusione di importanti personaggi politici, tra essi Papa Celestino V, che vi morì nel 1296. La rocca era praticamente inespugnabile, infatti resistette a numerosi assedi. Nel 1584 fu acquistata da Giovanni Longhi che lo trasformò in dimora signorile, realizzando il bel giardino pensile. Nel castello è stata recentemente aperta al pubblico la “casa-museo” dedicata ad Ada e Giuseppe Marchetti Longhi.

Sud Italia: Nobili, mura e torri della città di Matera

La città di Matera ospita diversi siti FAI come il Monastero benedettino di S. Eustachio, il castello detto “Castelvecchio”, fortificato e circondato da otto torri, il Museo immersivo della Bruna, La Torre del Capone e il nuovo TAM. Inoltre, tanti altri siti come il convento delle Sante Lucia a Agata alla Civita o il Museo Archeologico Nazionale della Siritide, e la vicina Policoro.

FONTE IMMAGINE: https://fondoambiente.it/

Previous

Ligabue smentisce il bacio gay: “Attenti alle fake news”

Franceska Pepe fa infuriare l’ex tronista: “Ciao comodino”

Next

Un commento su “Weekend: le Giornate Fai d’Autunno raddoppiano”

Lascia un commento