Monopattino elettrico: come scegliere quello più adatto

| |

Il monopattino elettrico può essere una valida alternativa per spostarsi in città. Scopri tutti i fattori da tenere in considerazione per scegliere quello più adatto.

L’acquisto (con bonus) del monopattino elettrico

Il monopattino elettrico, da semplice oggetto di svago giovanile, si sta trasformando in un dispositivo incredibimente utile. Ciò vale, in particolare, per le aree urbane medio-grandi, dove il monopattino torna utile per percorrere lunghe distanze in breve tempo, senza dover necessariamente fare affidamento sui mezzi pubblici.

Il dispositivo ha conosciuto grande popolarità dopo l’introduzione di un bonus apposito, denominato “Bonus Mobilità“, all’interno del Decreto Rilancio (Decreto Legge 19 maggio 2020 n. 34). Il bonus consente di avvalersi di uno sconto non superiore a 500 euro per l’acquisto di un nuovo monopattino elettrico (nonché di biciclette classiche o a elettricità), purché si sia maggiorenni e si risieda in città metropolitane, in capoluoghi di regione e provincia o in comuni che vantino più di 50.000 abitanti.

Per quanto riguarda l’aspetto economico, il costo di un monopattino può variare notevolmente: i prezzi generici sono compresi in un intervallo che va da 300 a 700 euro circa, il che dà l’idea di come i singoli dispositivi presentino differenze consistenti da un modello all’altro.

A tal proposito, vediamo come scegliere il monopattino elettrico più adatto alle proprie esigenze, esaminando le caratteristiche principali da tenere in considerazione.

La scelta del monopattino elettrico

Il primo fattore da considerare ai fini della scelta del monopattino è il peso del mezzo. I monopattini elettrici possono variare enormemente dal punto di vista del peso complessivo, ma si tenga presente che, in linea di massima, il valore medio si aggirerà intorno ai 10-20 chilogrammi. In ogni caso, meglio evitare di acquistare dispositivi troppo leggeri, scarsamente stabili e poco equilibrati.

Il secondo fattore da valutare è la tipologia di impianto frenante. Sul mercato esistono monopattini con freni a disco, elettrici o a molla. I migliori modelli, in questo caso, coincideranno con i dispositivi dotati di impianto a disco, più efficienti anche in caso di precipitazioni.

Terzo fattore è la qualità della batteria in termini di autonomia e potenza. Inutile girarci intorno: i migliori monopattini saranno quelli dotati di batterie particolarmente performanti, con valori di autonomia che dovrebbero consentire di percorrere sino a 20-30 chilometri e valori di potenza che, in questo caso, dovrebbero toccare i 250-300 watt complessivi.

Infine, il controllo del dispositivo. I monopattini più all’avanguardia possono integrarsi alla perfezione con smartphone e tablet, facendo uso di applicazioni apposite per valutare le distanze percorse, la velocità e altri fattori legati all’utilizzo del mezzo. Una feature, quella descritta, da tenere assolutamente in considerazione.

Previous

Le migliori app per una vita ecosostenibile

Castagne: perché fanno bene all’organismo

Next

Lascia un commento