Saldi di fine stagione in negozio e online

| |

Il 2021 è appena iniziato con gli immancabili saldi invernali, vediamo insieme i calendari e le regole da rispettare nel pieno dell’emergenza coronavirus.

Saldi invernali, le partenze regionali

Come ogni anno i saldi invernali non partono contemporaneamente in tutta Italia ma sono le regioni a stabilire la data d’inizio. Basilicata, Molise e Valle d’Aosta hanno aperto le porte il 2 gennaio, il 4 Calabria e Abruzzo, il 5 la Sardegna e il 7 è stato il turno di due grandi regioni come Lombardia e Sicilia.

Il Lazio stavolta ha posticipato i consueti saldi, che sono partiti ieri 12 gennaio, nelle Marche si dovrà attendere il 16 gennaio e la provincia autonoma di Bolzano ha istituito una differenza tra comuni non turistici e turistici, per i primi la data è quella del 16 gennaio, mentre i secondi dovranno attendere il 13 febbraio, questo per evitare eventuali assembramenti. Le ultime regioni a calendarizzare i saldi sono Liguria (29 gennaio) e Veneto, Emilia Romagna, Toscana che inizieranno il 30 gennaio.

In negozio oppure online, sconti e occasioni alla portata di tutti

I saldi di fine stagione sono un ottimo momento per acquistare capi a prezzi ridotti. In negozio si potrà usufruire anche del Cashback di Stato, mentre online non sarà possibile. Come per i saldi estivi bisogna prestare attenzione ed evitare di incorrere in truffe, soprattutto online e “fondi di magazzino” nei negozi fisici. E’ obbligatorio che sul cartellino sia indicato il prezzo iniziale, lo sconto e quello finale.

Saldi 2021, shopping in sicurezza

L’autunno ha lasciato il suo strascico e l’Italia lotta costantemente contro il Covid-19, che ha imposto restrizioni territoriali e nazionali anche allo shopping. L’Italia, come sappiamo, è stata suddivisa in fasce di rischio e la situazione è in costante cambiamento.

In zona gialla e arancione ricordiamo che è possibile recarsi negli esercizi commerciali, anche nei negozi di abbigliamento, mentre in zona rossa questi ultimi sono chiusi. La parola d’ordine in ogni caso è sicurezza e in ogni negozio sono ammessi un numero di persone in base alla capienza dello stesso.

Niente assalti o folle, anche le file saranno ordinate e con il rispetto della distanza di sicurezza, indossare la mascherina è sempre obbligatorio e alcuni negozi di abbigliamento potrebbero decidere di chiudere i camerini, preferendo il cambio del capo. E’ necessario, inoltre, disinfettare le mani prima di toccare i capi di abbigliamento.

Continua a leggere su atuttonotizie.it

Vuoi essere sempre aggiornato e ricevere le principali notizie del giorno? Iscriviti alla nostra Newsletter

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/negozio-archivio-aperto-shopping-2607121/

Previous

Casa, alcuni consigli per averla sempre in ordine

I ristoratori sfidano il Governo: nasce ioapro

Next

Lascia un commento